In questi anni, vi abbiamo scritto e parlato di molti eventi riguardanti la storia dell’Universo, particolarmente di quanto accaduto all’umanità della Terra. La storia ufficiale ricorda solo in parte gli eventi, perché la nostra umanità, dopo il peccato originale, ha perduto la sua memoria, diversamente dalle umanità fedeli a Dio che ricordano la loro storia fin dalle origini.

...

Siamo ora nei tempi conclusivi. Con la consacrazione dell’intero anno 2020 allo Spirito Santo, è iniziato il grande risveglio dell’umanità della Terra per il suo definitivo orientamento. A tale scopo, abbiamo iniziato l’anno 2020 con la solenne consacrazione alla Madre di Dio, il 31 dicembre 2019, e, successivamente, alla Santissima Trinità, il 19 gennaio 2020.

Con la solenne consacrazione di tutta la “Chiesa di Gesù Cristo dell’Universo” è iniziata la potente azione della SS. Trinità a favore dell’umanità della Terra. Nella celebrazione della solennità di Dio Padre, il 7 agosto 2020, abbiamo rinnovato la solenne consacrazione della Chiesa. Il vortice trinitario ci ha coinvolto in una liturgia vivente e operante che ci permette di partecipare all’azione trinitaria. Non si può più partecipare alla liturgia in maniera ipocrita, superficiale o passiva, bensì in maniera vitale per smuovere gli eventi che conducono alla creazione nuova.

Maria Assunta in cielo e Regina della creazione nuova”, come Dio Padre l’ha definita, ci ha introdotto in questa liturgia. Maria Santissima ci ha parlato della liturgia vivente.

 

Così è iniziato il nuovo ciclo liturgico che accompagna gli eventi cosmici. San Michele arcangelo, il 28 settembre 2020, ci ha annunciato che la Chiesa dell’Universo scenderà sulla Terra. Successivamente, il 4 ottobre 2020, San Francesco d’Assisi ci ha spiegato perché il nostro cammino è mariano e francescano e come questi due aspetti siano fra loro inseparabili.

Ancora San Michele arcangelo, il 31 ottobre 2020, ha annunciato che il Signore verrà con tutti i suoi santi, indicandoci anche il programma da seguire. Nella vigilia della solennità di Cristo Re, il 21 novembre 2020, Gesù ci ha manifestato il desiderio del Padre che l’anno 2021 sia consacrato al Figlio di Dio, Gesù Cristo Re dell’Universo. Così l’anno 2020 che sta terminando ci introduce nel 2021, anno in cui il Re dell’Universo vuole coinvolgerci nella sua azione regale e sacerdotale.

 

In questo anno 2020, le tre Persone divine, Padre, Figlio e Spirito Santo, hanno manifestato la loro azione, sia individuale che comunitaria. Nella loro azione si sono espresse le grandi figure della Chiesa:

  • Maria Santissima, Corredentrice, Assunta in cielo, Madre e Regina della creazione nuova;

  • San Giuseppe, suo Sposo nello Spirito Santo, che custodisce i figli di Dio;

  • San Michele arcangelo, Precursore del Cristo glorioso, e condottiero degli eserciti di Dio, che ha annunciato l’ultima e definitiva battaglia sulla Terra;

  • San Pietro che parla del ritorno glorioso di Cristo;

  • i santi Apostoli Giovanni e Barnaba che invitano a partecipare attivamente all’Eucaristia, mistero centrale della Redenzione;

  • San Francesco d’Assisi, che chiarisce il suo cammino in Dio con Maria Santissima.

Attraverso di loro, come si vede dai messaggi, è stata data tanta luce all’umanità per partecipare all’azione della Santissima Trinità.

 

Verso la Nuova Creazione Messaggi 2019 – 2020 a cura di Stefania Caterina e P. Tomislav Vl